Proprietà Antinfiammatorie Integratori Yago

Home / Proprietà Antinfiammatorie Integratori Yago
Proprietà Antinfiammatorie Integratori Yago

Integratori che combattono le infiammazioni

L’infiammazione può verificarsi nel nostro organismo non solo in risposta a traumi, malattie e stress, ma può anche essere causata da cibi malsani e abitudini di vita.

Gli alimenti anti-infiammatori, l’esercizio fisico, il buon sonno e la gestione dello stress possono aiutare, così come ottenere un ulteriore supporto dagli integratori alimentari.

Se hai una condizione che causa l’infiammazione, può aiutare a cambiare le tue abitudini alimentari.

Mentre i farmaci e altri trattamenti sono importanti, molti esperti affermano che anche l’adozione di una dieta anti-infiammatoria può essere d’aiuto. Se hai, per esempio, l’artrite reumatoide, cambiare la tua alimentazione non sarà una cura magica – ma aiuta a ridurre il livello d’infiammazione, o potrebbe aiutare a diminuire sensibilmente il dolore.

Inoltre, una dieta anti-infiammatoria è ampiamente considerata sana, quindi anche se non aiuta con la tua condizione, può aiutare a ridurre le possibilità di avere altri problemi.

Cosa mangiare
In poche parole, gli alimenti anti-infiammatori sono quelli che qualsiasi esperto nutrizionale tradizionale ti incoraggerebbe a mangiare. Includono molta frutta e verdura, cereali integrali, proteine vegetali (come fagioli e noci), pesce grasso, erbe e spezie fresche.

La ricerca ha dimostrato che i vegetali verdi ricchi di vitamina K come spinaci, cavoli e broccoli sono un valido lleato contro ogni tipo d’infiammazioni. Anche la sostanza che dà a frutti come ciliegie, lamponi e more il loro colore è un tipo di pigmento che aiuta anche a combattere l’infiammazione.

Altri alimenti che sono validi alleati contro gli stati infiammatori sono i Cereali integrali: farina d’avena, riso integrale, pane integrale e altri cereali non raffinati tendono ad essere ricchi di fibre e le fibre possono aiutare contro le infiammazioni.

Fagioli: sono ricchi di fibre, oltre a essere caricati con antiossidanti e altre sostanze anti-infiammatorie.

Frutta a guscio: hanno un tipo di grasso sano che aiuta a fermare gli stati infiammatore (Anche l’olio d’oliva e gli avocado sono buone fonti).

Pesce: mettilo sul piatto almeno due volte a settimana. Il salmone, il tonno e le sarde sono ricche di acidi grassi omega-3, che combattono l’infiammazione.

Erbe e spezie: aggiungono antiossidanti (insieme al sapore) al cibo. La curcuma, trovata in polvere di curry, ha una sostanza forte chiamata curcumina. E l’aglio limita la capacità del corpo di produrre sostanze che aumentano l’infiammazione.

Cosa non mangiare
Qualunque cosa altamente elaborata, eccessivamente grassa o super dolce non è una buona scelta per te se hai un’infiammazione.

Amidi e alimenti zuccherati: non sono densi di sostanze nutritive e sono facili da mangiare, il che può portare ad aumento di peso, glicemia alta e colesterolo alto (tutti correlati all’infiammazione). Lo zucchero provoca il rilascio di messaggeri infiammatori chiamati citochine. Bevande dolci e gassate sono i principali colpevoli. Gli esperti di dieta anti-infiammatoria spesso dicono che dovresti ritagliare tutti gli zuccheri aggiunti, inclusi l’agave e il miele.

Carni rosse ad alto contenuto di grassi e trasformate (come gli hot dog): hanno un sacco di grassi saturi, che possono causare infiammazioni se non sono mangiato con moderazione.

Burro, latte intero e formaggio: ancora una volta, il problema sono i grassi saturi. Invece si possono mangiare tutti i latticini a basso contenuto di grassi che non sono considerati infiammatori.

Integratori che combattono le infiammazioni

Qui ci sono 6 integratori che alcuni studi scientifici hanno dimostrato essere molto utili a ridurre lo stato d’infiammazione.

1. Acido alfa-lipoico
L’acido alfa-lipoico è un acido grasso prodotto dal tuo corpo. Svolge un ruolo chiave nel metabolismo e nella produzione di energia.

Funziona anche come antiossidante, proteggendo le cellule dai danni e contribuendo a ripristinare i livelli di altri antiossidanti, come le vitamine C ed E (1).

L’acido alfa-lipoico è anche un ottimo antiinfiammatorio. Diversi studi dimostrano che riduce l’infiammazione legata all’insulino resistenza, cancro, malattie del fegato, malattie cardiache e altri disturbi (2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9).

Inoltre, l’acido alfa-lipoico può aiutare a ridurre i livelli ematici di diversi marcatori infiammatori, tra cui IL-6 e ICAM-1.

Dosaggio consigliato: 300-600 mg al giorno. Non sono stati segnalati problemi nelle persone che assumevano 600 mg di acido alfa-lipoico per un periodo fino a sette mesi.

Potenziali effetti collaterali: Nessuno se assunto al dosaggio raccomandato. Se si assumono farmaci contro il diabete, potrebbe essere necessario monitorare i livelli di zucchero nel sangue.

Non raccomandato per donne incinte.

L’acido alfa-lipoico è un potente antiossidante che può ridurre l’infiammazione e migliorare i sintomi di alcune malattie.

2. Curcumina
La curcumina, un componente della spezia curcuma è un potente integratore anti-infiammatorio. Offre numerosi benefici per la salute:

Può ridurre l’infiammazione nel diabete, malattie cardiache, malattie infiammatorie intestinali e cancro, per citarne alcune.

Anche la curcumina sembra essere molto utile per ridurre l’infiammazione e migliorare i sintomi dell’osteoartrosi e dell’artrite reumatoide.

La curcumina viene scarsamente assorbita se presa da sola, ma può aumentarne l’assorbimento fino al 2.000% assumendola con la piperina, che si trova nel pepe nero.

Gli integratori contengono anche un composto chiamato bioperina, che funziona proprio come la piperina e aumenta l’assorbimento.

Dosaggio consigliato: 100-500 mg al giorno, se assunto con piperina. Dosi fino a 10 grammi al giorno sono state studiate e considerate sicure, ma possono causare effetti indesiderati digestivi.

Potenziali effetti collaterali: Nessuno se assunto al dosaggio raccomandato.

Non raccomandato per donne incinte.

3. Olio di pesce
Gli integratori di olio di pesce contengono acidi grassi omega-3, che sono vitali per una buona salute.

Possono ridurre l’infiammazione associata a diabete, malattie cardiache, cancro e molte altre condizioni.

Due tipi particolarmente favorevoli di omega-3 sono l’acido eicosapentaenoico (EPA) e l’acido docosaesaenoico (DHA).

Il DHA, in particolare, ha dimostrato di avere effetti anti-infiammatori che riducono i livelli di citochine e promuovono la salute dell’intestino. Può anche ridurre l’infiammazione e il danno muscolare che si verificano dopo l’esercizio fisico.

Dosaggio consigliato: 1-1,5 grammi di omega-3 da EPA e DHA al giorno. Cerca integratori di olio di pesce con contenuto di mercurio non rilevabile.

Potenziali effetti collaterali: è un anticoagulante può aumentare il sanguinamento.

Non raccomandato per: persone che assumono anticoagulanti o aspirina, a meno che non siano autorizzati dal loro medico.

Supplementi di olio di pesce contenenti acidi grassi omega-3 possono migliorare l’infiammazione in diverse malattie e condizioni.

4. Zenzero
La radice di zenzero viene comunemente macinata in polvere e aggiunta a piatti dolci e salati.

È anche comunemente usata per trattare l’indigestione e la nausea, compresa la nausea mattutina.

Due componenti dello zenzero, gingerolo e zingerone, possono ridurre l’infiammazione legata a colite, danno renale, diabete e cancro al seno.

Ci sono anche prove che suggeriscono che gli integratori a base di zenzero possono ridurre le infiammazioni e il dolore muscolare dopo l’esercizio.

Dosaggio consigliato: 1 grammo al giorno, ma fino a 2 grammi sono considerati sicuri.

Potenziali effetti collaterali: nessuno alla dose raccomandata. Non raccomandato per: persone che assumono aspirina o altri fluidificanti del sangue, a meno che non siano autorizzati da un medico.

Gli integratori di zenzero hanno dimostrato di ridurre l’infiammazione, così come il dolore e il dolore muscolare dopo l’esercizio.

5. Resveratrolo
Il resveratrolo è un antiossidante presente nell’uva, nei mirtilli e in altri frutti con buccia viola. Si trova anche nel vino rosso e nelle arachidi.

Gli integratori di resveratrolo possono ridurre l’infiammazione in soggetti con malattie cardiache, insulino-resistenza, gastrite, colite ulcerosa e altre condizioni patologiche.

Uno studio ha dato alle persone con colite ulcerosa 500 mg di resveratrolo al giorno. I loro sintomi sono migliorati e hanno avuto riduzioni nei marcatori di infiammazione CRP, TNF e NF-kB.

In un altro studio, i supplementi di resveratrolo hanno abbassato i marcatori infiammatori, i trigliceridi e la glicemia nelle persone con obesità.

Il resveratrolo nei frutti rossi può anche avere benefici per la salute, la maggior parte degli studi che studiano i benefici per la salute del resveratrolo hanno utilizzato 150 mg o più al giorno.

Dosaggio consigliato: 150-500 mg al giorno.

Potenziali effetti collaterali: nessuno alla dose raccomandata, ma i problemi digestivi possono verificarsi con grandi quantità.

Non raccomandato per: persone che assumono farmaci per fluidificare il sangue, a meno che non siano stati approvati dal loro medico.

Il resveratrolo può ridurre numerosi marcatori infiammatori e fornire altri benefici per la salute.

6. Spirulina
La spirulina è un tipo di alga blu-verde con forti effetti antiossidanti.

Gli studi hanno dimostrato che riduce l’infiammazione, porta all’invecchiamento più sano e può rafforzare il sistema immunitario.

Sebbene la maggior parte delle ricerche effettuate finora abbia indagato sugli effetti della spirulina sugli animali, studi condotti su uomini e donne anziani hanno dimostrato che può migliorare i marcatori infiammatori, l’anemia e la funzione immunitaria.

Quando alle persone con diabete venivano somministrati 8 grammi di spirulina al giorno per 12 settimane, i loro livelli del marcatore di infiammazione MDA diminuivano.

Inoltre, i loro livelli di adiponectina sono aumentati. Questo è un ormone coinvolto nella regolazione della glicemia e del metabolismo dei grassi.

Dosaggio consigliato: 1-8 grammi al giorno, in base agli studi attuali. La spirulina è stata valutata dalla US Pharmacopeial Convention ed è considerata sicura.

Potenziali effetti collaterali: a parte l’allergia, nessuno alla dose raccomandata. Non raccomandato per: persone con disturbi del sistema immunitario o allergie a spirulina o alghe.

La Spirulina fornisce una protezione antiossidante che può ridurre l’infiammazione e può migliorare i sintomi di alcune malattie.

Nel caso di un’infiammazione eccessiva o cronica, gli integratori Yago possono spesso aiutare a riportare le cose in equilibrio, sopratutto per infiammazioni causate da allenamento fisico.
Consigliamo sempre di acquistare integratori alimentari da un produttore rispettabile e di seguire le istruzioni di dosaggio.

Translate»